Minima Moralia

 

“Infine quando lo Stato, vicino alla rovina, non sussiste che in una forma illusoria e vana, quando il vincolo sociale è rotto in tutti i cuori, e il più vile interesse si adorna sfrontatamente del nome sacro del bene pubblico, allora la volontà generale diventa muta; come se lo Stato non fosse mai esistito, tutti, guidati da motivi segreti, non pensano più come cittadini; e sotto il nome di leggi si fanno passare falsamente iniqui decreti che non hanno per scopo che l’interesse particolare”.

 

J.-J. Rousseau, Il contratto sociale, IV, 1, Einaudi, Torino 1976, p. 140.

Jean-Jacques Rousseau, Du contrat social, Amsterdam, Michel Rey, 1762