Mostre

 

La collezione Netter


©
Pinacothèque de Paris
 

Moise Kisling,
Ritratto d'uomo (Jonas Netter), 1920

Jonas Netter (1867-1946), rappresentante ebreo alsaziano, mise insieme nel corso della sua vita una straordinaria collezione di opere che poteva permettersi di acquistare di artisti ancora poco noti, dimostrandosi così un acuto scopritore di talenti. Gran parte di questi artisti erano ebrei e si troveranno a dover fuggire o nascondersi, Epstein e Feder finiranno ad Auschwitz da cui non torneranno, Soutine morirà per le conseguenze della vita di stenti nei boschi. Ha Keillah con le illustrazioni sulla versione cartacea di questo numero ha voluto rendere omaggio a questi artisti e a Jonas Netter, la cui collezione è esposta, per la prima volta in Italia, al Palazzo Reale di Milano fino all’8 settembre 2013.

 


© Pinacothèque de Paris

© Pinacothèque de Paris

© Pinacothèque de Paris

© Pinacothèque de Paris

Henry Hayden,
Bevitore bretone, 1911

Amedeo Modigliani,
Cariatide (blu), 1913 ca.

Amedeo Modigliani,
Ritratto di Lapoutre,1916

Chaim Soutine,
Autoritratto con tenda, 1917

 

I DIPINTI RIPRODOTTI SONO TRATTI DAL CATALOGO DELLA MOSTRA “MODIGLIANI, SOUTINE E I PITTORI MALEDETTI, LA COLLEZIONE NETTER” IN PROGRAMMA AL PALAZZO REALE DI MILANO DAL 21 FEBBRAIO ALL’8 SETTEMBRE 2013”

 


© Pinacothèque de Paris


Torino, Società Culturale Subalpina
© collezione privata


©
Pinacothèque de Paris

©
Pinacothèque de Paris

Amedeo Modigliani,
Ritratto di Soutine, 1916

Amedeo Modigliani,
La bella spagnola, 1918

A. Modigliani,
Ritratto di Hanka Zborowska, 1918

Aizik Feder,
Ritratto di donna, 1915

 


    

Share |