Politica

 

Arriverà la Messia?
Una rivoluzione di altro genere

 

Come mai le rivoluzioni falliscono? I rivoluzionari combattono per un futuro di uguaglianza, di pace e di giustizia ed invece ottengono sperequazioni abissali, guerre, violenza di stato, ingiustizia e corruzione. La divisione preistorica dei compiti (l’uomo cacciatore e combattente, la donna raccoglitrice e custode della prole), divisione che è rimasta immutata per centinaia di migliaia di anni, è stata apparentemente rivoluzionata negli ultimi due secoli dall’emancipazione femminile. Ma l’emancipazione ha imboccato finora un vicolo cieco: le donne aviatore, le donne dirigenti industriali, le donne astronaute, soldatesse o parlamentari non hanno sconvolto la società maschilista, che invece è rimasta maschilista. Si sono mascherate da uòmine rinunciando, il più delle volte, alla famiglia, alla casa, ai figli, demandando ad altre o ad altri questi compiti. Nulla osta che le donne facciano quella scelta. Nulla osta che gli uomini facciano i casalinghi. È una loro scelta. Ma diverse sono le scelte obbligate dalla società.

Ci può salvare (cioè può salvare anche noi uomini) una rivoluzione di altro genere e cioè di genere femminile. Quando al consiglio di amministrazione una manager potrà allattare senza interrompere la seduta si potrà finalmente parlare di liberazione della donna. E allora probabilmente, quando la metà del mondo non dovrà più mascherarsi da uomo, allora forse la violenza, le guerre, l’integralismo, l’accumulazione egoistica delle ricchezze potranno attenuarsi o scomparire. Ma occorrerà una rivoluzione culturale di altro genere.

Forse allora, senza versamenti di sangue, arriverà la Mashiach (la Messia). Donna.

 Davì

 

Share |