Italia

 

Shir Hadash contro Donatella Galli

 di Sandro Ventura

 

Il 9.11.2012 in quanto presidente di Shir Hadash, congregazione ebraica progressiva di Firenze, vengo informato da un membro dell’associazione, che sul sito internet di Donatella Galli, consigliera provinciale leghista di Milano, compaiono, accanto alla sua fotografia, le seguenti testuali parole:

"IO SONO UNA BASTARDA LEGHISTA E ME NE VANTO. VOGLIO CHE IL VESUVIO E L’ETNA FACCIANO UNA STRAGE DI MERIDIONALI.

I MERIDIONALI SONO PER ME COME GLI EBREI ERANO PER HITLER E VANNO MESSI NEI FORNI CREMATORI".

Nel sito compare anche un’immagine amputata della carta geografica dell’Italia, dove sono cancellate la Sicilia e le regioni meridionali al cui posto sta il mare.

Interpellati i consiglieri di Shir Hadash, ricevo la piena adesione di tutti per procedere contro queste dichiarazioni che contengono un doppio messaggio razzista: contro i meridionali e contro gli ebrei.

Chiedo un parere legale all’amico Avv. Felice Neppi Ventura che si rende disponibile a dare un patrocinio legale a Shir Hadash per sporgere denuncia per istigazione all’odio razziale. Viene scelto il Tribunale di Monza, per competenza territoriale.

L’inchiesta viene archiviata dal Tribunale di Monza, e l’Avv. Neppi scopre che anche la Presidenza della Camera dei Deputati (On. Gianfranco Fini) ha prodotto un’interpellanza su queste dichiarazioni razziste.

L’Avv. Neppi fa ricorso contro l’archiviazione della querela, senza che sia stata svolta alcuna indagine. Il ricorso viene accolto, ed all’udienza del 30.4.2014 a Monza, ci presentiamo, l’Avv. Neppi ed io, per assistere ad un inatteso colpo di scena: l’Avv. Eleonora Vergani, legale della Galli (assente) informa il G.I.P. Dr. Tranquillo - e gli altri presenti al dibattito - che la stessa Galli ha sporto denuncia contro ignoti, che avrebbero manomesso il suo sito internet introducendovi quelle dichiarazioni. La Galli da imputata si trasforma in vittima. Chissà come sono andate veramente le cose…

Il G.I.P. dà indicazione di procedere con le indagini, e riaffida l’inchiesta alla Dr.ssa Gambardella, che in precedenza le aveva archiviate. A questo punto che farà il Tribunale di Monza? Per quanto riguarda Shir Hadash, di sicuro non richiederà una perizia informatica di parte perché non se la può permettere. Inoltre, ha richiesto alla Galli di prendere una pubblica posizione ed affermi di non condividere quelle dichiarazioni. Se lo farà, ritireremo la denuncia. Anche il Tribunale potrà richiedere una perizia informatica. Lo farà?

Al di là della complessità della situazione e dei dubbi sul da farsi, Shir Hadash può dirsi soddisfatto di alcuni risultati:

- Le dichiarazioni ingiuriose sono state rapidamente tolte dal sito.

- La congregazione ha dato seguito ad una sana indignazione, trasformandola in coscienza civile ed in atti concreti.

- Ha richiesto a Donatella Galli di prendersi la responsabilità delle dichiarazioni razziste o comunque di rifiutarle formalmente, riconoscendole come ingiuriose.

- Ha dedicato le proprie energie per mettere un piccolo argine ad un razzismo dilagante.

Sandro Ventura

 

   

Share |