Libri

 

Al servizio del mio paese

di Anna Maria Fubini

 

Nerio Nesi ci ha inviato il volume uscito recentemente presso le edizioni Aragno Al servizio del mio Paese in cui racconta la sua vita. Anche se esso esula dalle tematiche consuete del nostro periodico, il libro è di grande interesse e pensiamo sia importante che Ha Keillah lo segnali.

Nesi è stato ed è tuttora un personaggio di enorme spicco nelle vicende italiane. Dalle origini operaie da cui proviene nell’emiliano, e di cui parla con rispetto e tenerezza, è arrivato a coprire le più alte cariche sia in campo finanziario che in campo politico, basti ricordare che è stato per dieci anni Presidente della Banca Nazionale del Lavoro, due volte deputato nonché Ministro dei Lavori Pubblici nel Governo Amato, per non parlare del suo impegno e degli innumerevoli incarichi anche in ambito internazionale. Un esempio di impegno a tutto campo di Nerio Nesi è stata la partecipazione costante agli avvenimenti spagnoli tanto da venire insignito nel 1983 della medaglia “Gran Cruz” al merito civile, medaglia concessa in quell’occasione a Nesi, appunto, a Bobbio, a Sciascia e a Vittorio Gassman. La seconda medaglia conferitagli è la “Gran Cruz” dell’Ordine di Isabel la Catolica, straordinario riconoscimento per aver contribuito a mantenere e migliorare i rapporti culturali tra i due Paesi attraverso l’Associazione culturale Italia-Spagna di cui è Presidente. Ma la grande passione che si sviluppò fin dai banchi di scuola è la passione per Cavour, colui che, secondo l’insegnamento del padre, era “quello che aveva fatto l’Italia” e con Cavour crebbe la passione per il Risorgimento. Come sempre, Nesi concretizza le sue passioni in altrettanti impegni, così è nata e opera la Fondazione Cavour di cui egli è Presidente. Il suo impegno civile l’ha portato a stringere legami, oltre che politici anche umani. L’incontro a Roma nel 2003 con Isabel Allende, trent’anni dopo che il padre Salvador si era tolto la vita per non cadere nelle mani dei generali che l’avevano tradito, con la complicità di Nixon e di Kissinger, ne è una testimonianza toccante. Al contempo Nesi ci fa rivivere una pagina di storia che ancora oggi coinvolge tutti noi.

Nel libro egli cita con particolare affetto i molti ebrei che ha conosciuto e che sono stati per lui altrettanti punti di riferimento, anche se molti di loro, per la verità, ebrei non erano e anzi alcuni di loro non avrebbero gradito essere scambiati per tali! Un forte legame Nesi ebbe invece con Guido Fubini con il quale condusse numerose battaglie sia nella sinistra socialista di Riccardo Lombardi che nel “Comitato  della Sinistra Torinese per la pace in Medio Oriente” che fondarono insieme nel 1969 e di cui Nerio Nesi divenne Presidente. Entrambi credevano ancora di poter “(….) recare un contributo al ristabilimento della pace in Medio Oriente, affermando l’esigenza fondamentale di armonizzare l’esistenza e il diritto del popolo palestinese, da considerarsi esso pure come unità politica”. Queste parole, scritte da Guido Fubini nell’atto costitutivo del Comitato, sono riportate nel volume di Nerio Nesi a testimonianza della comune sensibilità nei confronti delle problematiche di cui il nostro giornale è da sempre portatore.

Anna Maria Fubini

 

Nerio Nesi, Al servizio del mio paese, Aragno 2015, € 30

 

Corona per Sefer Torah, argento, 19° sec.