Libri

 

I miracoli di Internet

di Israel De Benedetti

 

Una ventina di anni fa ho compilato il mio albero di famiglia su un programma avuto dal Museo della Diaspora di Tel Aviv. Un paio di anni fa, un mio nipote, esperto di computer, ha riportato il tutto in un programma molto più moderno, accessibile a tutti su Internet. Qualche mese dopo ricevo una e mail dagli USA da un certo John Guido Tedeschi che si fa riconoscere, a ragione, come mio cugino di secondo grado. Suo nonno Guido era fratello di mia nonna e abitava a Ferrara non lontano dalla nostra casa. Il figlio di Guido, Cesarino e la moglie Piera Forti erano riusciti ad imbarcarsi per gli Stati Uniti nel 1939 assieme ai due loro figli Luca e Guido. Da allora i contatti tra le due famiglie si sono interrotti: noi sapevamo vagamente della loro emigrazione ma non avevamo alcun dato per cercarli. Altrettanto da parte loro. Nel frattempo i genitori di John sono morti e lui è ora un professore universitario in pensione nello stato del Wisconsin.

Tutta questa premessa come prologo per cosa molto più interessante. Guido Tedeschi mi ha fatto avere un suo libro pubblicato ultimamente dalla Parallel Press University of Wisconsin Italian Jews under fascism - 1938-1945. Il libro naturalmente è stato scritto in inglese, ma ritengo sia di grande importanza, come contributo alla storia delle persecuzioni in Italia. Nelle sue 400 pagine vi è una ampissima bibliografia che cita una infinità di libri e articoli di giornale, dall'inizio degli articoli contro gli ebrei di Interlandi, alle varie leggi fasciste, alle citazioni dei libri di Giorgio Bassani, Primo Levi e tanti altri. Vi sono riportate anche le storie particolari di varie famiglie ebree italiane.

Il libro comprende 17 capitoli:

Inizio delle persecuzioni - il progresso graduale della agenda antisemita del fascismo- il fascismo antisemita - i decreti sulla difesa della razza - tardive risposte degli ebrei contro le leggi razziali - le disposizioni contro la partecipazione degli ebrei nelle scuole e contro l' editoria - l'impatto delle leggi sulla vita professionale - le possibilità di emigrare - la vita quotidiana dopo l'applicazione delle leggi razziali - le scuole ebraiche - come fronteggiare i divieti - conseguenze economiche - la famiglia - 1943 l'occupazione nazista e la repubblica sociale - l'intensificarsi delle persecuzioni, la via della Svizzera - salvarsi nascondendosi - epilogo.

Come si può intendere, sono 400 pagine di storia basata su diversi punti di vista e corredata da citazioni precise tratte da un’ampia bibliografia.

A mio parere questo libro dovrebbe essere acquistato dal CDEC, che viene citato innumerevoli volte, e sono certo che varie famiglie di ebrei italiani vi troveranno cenni precisi sui loro famigliari.

Ovviamente il libro è scritto in inglese e credo che molto difficilmente sarà tradotto in italiano.

Gli interessati possono rivolgersi direttamente all'editore oppure trovare il titolo su Amazon in Internet.

 Israel De Benedetti

 

Le comari del Ghetto di Venezia
(disegno di Marina Falco Foa)

 

Share |