Minima Moralia

 

 

E cosa facciamo noi scrittori, noi testimoni, noi ebrei? Da più di tremila anni ripetiamo la stessa storia, la storia di un profeta solitario che avrebbe dato tutto, compresa la vita, per poter raccontare una storia diversa, una storia piena di gioia e di fervore piuttosto che di dolore e di angoscia.

Ma trasmise solo ciò che ricevette, e così facciamo noi. E se Dio era adirato con lui perché non piangeva, noi non lo siamo: noi siamo orgogliosi di lui. Il mondo non era degno delle sue lacrime. Né delle nostre.

 

Elie Wiesel, Cinque figure bibliche (conclusione di Geremia),

traduzione di Daniel Voglemann, Giuntina, 1988

 

Mappa di H.Beunting, 1581 con Gerusalemme al centro