Libri

 

La antica famiglia Finzi di Alessandria

di Paola De Benedetti

 

Con una singolare coincidenza temporale sono pervenute a HK lo studio di Fabrizio Quaglia sugli ebrei di Alessandria e la storia che l’ing. Vittorio Finzi (classe 1919) ha scritto sulla propria famiglia alessandrina. Le vicende della storia familiare partono dal nonno paterno, nato in Alessandria nel 1844, da una famiglia originaria di Correggio, e riguardano i tre figli, Arrigo (padre dell’autore), Dante e Attilio (il più intraprendente) e i loro figli, gli studi, le attività imprenditoriali e lavorative, l’impatto delle leggi antiebraiche, lo sfollamento, i tentativi di fuga dall’Italia, la vita in clandestinità dopo l’8 settembre ’43, il ritorno alla vita normale dopo la Liberazione. L’albero genealogico, esteso nell’ampiezza di tre pagine, parte dal trisnonno, nato alla fine del 18° secolo, e arriva ai nipoti, sparsi tra Italia, Israele, Stati Uniti (l’ultimo nato è del 2012).

È un libro singolare, che intreccia la "piccola" storia dei Finzi di Alessandria con ben più ampi spazi dedicati alla "grande" storia, corredata da una corposa documentazione iconografica: nell’ultimo capitolo ("Conclusioni") l’autore spiega di essersi rivolto in particolare ai lettori più giovani, e di aver "intercalato argomenti biografici della mia famiglia con il resoconto di avvenimenti e situazioni, nelle quali mi sono trovato, di valenza storica" "per suscitare con maggior efficacia l’interesse dei lettori"; così sullo sfondo di un compendio di storia contemporanea ad uso di chi non ha vissuto questa storia, si inserisce la narrazione sui Finzi.

L’ing. Finzi non racconta tutto di sé, rinviando per l’attività partigiana e per la carriera lavorativa (nel Compartimento Ferroviario di Genova, e - dopo la pensione - come ricercatore e docente presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università di Genova) ad altri suoi scritti (Il mio rifugio in Val Borbera, Ed. Le mani - Recco 2001 e I miei 50 anni in Ferrovia, Ed. Coedit - Genova 2007); dalla documentazione allegata si hanno notizie sulla sua partecipazione attiva alla resistenza, nella formazione partigiana "Divisione Pinan Chichero" come combattente e come organizzatore sia nelle bande sia presso la popolazione civile.

Paola De Benedetti

 

Vittorio Finzi, La antica famiglia FINZI di Alessandria scampata dalla cattura e dalla Shoà, Genova 2014 s.i.p.

 

Poeta giacente (Marc Chagall)

 

   

Share |