Notizie

 

Marc Chagall a Milano

 

Dal 17 settembre 2014 fino al 1° febbraio 2015 a Palazzo Reale di Milano è aperta la più grande retrospettiva mai dedicata in Italia a Marc Chagall. Il nome ebraico di Chagall era Moishe Segal, nato a Vitebsk, in Bielorussia, nel 1887 e morto a Saint-Paul-de-Vence, in Costa Azzurra, nel 1985. È stato il più noto esponente dell’avanguardia pittorica russa, attiva soprattutto dopo la rivoluzione sovietica. Rispetto ai colleghi che hanno aderito a movimenti artistici rivoluzionari, come il costruttivismo, il suprematismo, il neo-plasticismo, ed infine il realismo socialista, Chagall ha sviluppato temi intimi, fiabeschi ed onirici di carattere ebraico, ispirati alla vita dello Shtetl della sua infanzia, temi al di fuori dell’orientamento della nuova politica dello Stato. Dopo un’esperienza artistica a Parigi e dopo aver aderito alla rivoluzione russa ed essere stato nominato Commissario per l’Arte nella provincia di Vitebsk, ha avuto dissapori con esponenti del potere sovietico e ha passato periodi di residenza a Mosca e di nuovo a Parigi. Nel periodo dell’invasione tedesca della Francia Chagall si è trasferito al sud per sfuggire alla deportazione, quindi in Spagna, Portogallo ed infine negli Stati Uniti. Finita la guerra è tornato in Provenza, dove ha proseguito l’attività pittorica con colori più vivaci e gioiosi. Della sua attività artistica immensa, la mostra di Milano espone oltre 220 opere, provenienti da diversi musei americani, francesi, russi e da 50 collezioni pubbliche e private. Questi gli orari dell’esposizione: lunedì 14.30-19.30, martedì, mercoledì, venerdì e domenica 9.30-19.30, giovedì e sabato 9.30-22.30.

Sito internet: http://mostrachagall.it

 

 

   

Share |