Libri

 

Rassegna

 

 

I.J.Singer - La pecora nera - Ed. Adelphi, 2015 (pp. 245, € 18) Al tempo dell’incoronazione di Nicola II, zar di tutte le Russie e re di Polonia, prende avvio il racconto autobiografico di questo riscoperto genio della narrativa. Grazie alla lodevole iniziativa editoriale stiamo ritrovando il mondo degli shtetlach narrato da una voce diversa, ma non dissonante, da quella del famosissimo fratello Isaac Bashevis. Un mondo chiuso, misero, ignorante e perdutamente superstizioso, sorretto unicamente dall’incrollabile fede, dalla certezza dell’imminente venuta del messia e dall’ossessione del peccato, nascosto in ogni dove. Ma qualcuno recalcitra sottraendosi a quella tirannia per volare verso cieli luminosi e liberi: è la “pecora nera”. (s)

Giordana Kuic - Il profumo della pioggia nei Balcani - Ed. Bollati-Boringhieri, 2013 (pp. 607, € 19) Il ritmo lento di una narrazione quasi ottocentesca, soffermata sui fatti e penetrante nell’animo e nel carattere delle cinque sorelle Levi, sembra riportare il lettore ad epoche lontane nel tempo. In realtà il tema dolorosamente affrontato in questo romanzo autobiografico è quello della dissoluzione della presenza ebraica nei Balcani sia a seguito delle persecuzioni che dell’assimilazione derivata dai matrimoni misti. (s)

Ida Simons - Una vergine sciocca - Ed. Rizzoli, 2015 (pp. 263, € 16) Fin dalla prima lontana pubblicazione il presente romanzo è stato considerato un classico della letteratura olandese. Romanzo di formazione ed efficace spaccato di una vivace comunità ebraica negli anni Venti e Trenta, quando le avvisaglie della catastrofe non si fanno ancora presagire. Mentalità, usanze, rapporti all’interno della numerosa e tumultuosa famiglia, come pure quelli tra le diverse classi sociali, in un ambito peculiare quale quello olandese, vengono narrati attraverso lo sguardo per nulla “sciocco”della adolescente protagonista. (s)

Paolo De Benedetti - Gli angoli nascosti della Bibbia. Uomini, donne e altre creature - Ed. Morcelliana, 2015 (pp. 151, € 14) I testi qui raccolti sono tratti, con lievi modifiche, dall’ottavo volume del Dizionario letterario delle opere e dei personaggi di tutti i tempi e di tutte le letterature edito da Bompiani nel 1981. Nelle intenzioni dell’autore questi ripensamenti potrebbero considerarsi “un tentativo di far emergere un possibile settantunesimo senso” del messaggio biblico. (s)

Meir Sternberg - La grande cronologia. Tempo e spazio nel racconto biblico della storia - Ed. Sanpaolo. 2015 (pp. 125, € 24,50) Analisi narratologica condotta dal fondatore e massimo esponente della Scuola di Tel Aviv che vi applica metodo e categorie della moderna critica letteraria. Da tali osservazioni risulta che “la Scrittura emerge come l’opera più interessante e magistrale nella tradizione narrativa”. (s)

Giuseppe Laras - Natura e pensiero ebraico - Ed. Jaca Book, 2015 (pp. 143, € 12) Ampio e dotto excursus sulla concezione della Natura in rapporto al suo Creatore e sull’atteggiamento pragmatico/prassi che l’ebraismo ne trae. Ed è anche sull’inscindibile rapporto tra il Creato e il suo Fattore che l’ebraismo fonda la propria etica. Dai Presocratici a Lucrezio, dai massimi teologi ebrei del Medioevo fino a Spinoza e Einstein, Bibbia e Scienza si sono sempre confrontate su natura, spazio, tempo e relatività. (s)

Elena Loewenthal - Lo specchio coperto. Diario di un lutto - Ed. Bompiani, 2015 (pp. 118, € 15) Analizzando sentimenti e comportamenti di fronte al vuoto e al buio, osservando i cambiamenti e gli adattamenti alla nuova dolorosa realtà, l’autrice-protagonista ci rende partecipi di un’esperienza intima e personale ma al tempo stesso assoluta, universale. La scrittura come strumento di analisi e di sostegno nell’affrontare il lutto dell’assenza. (s)

Arthur Allen - Il fantastico laboratorio del dottor Weigl. Come due scienziati trovarono un vaccino contro il tifo e sabotarono il Terzo Reich - Ed. Bollati Boringhieri, 2015 (pp. 376, € 25) Soggetto di una pellicola cinematografica, la storia del dottor Weigl è frutto di un’appassionata e interamente scientifica ricostruzione da parte di Allen, giornalista scientifico, specializzato in medicina e igiene pubblica. Un altro tassello concreto, provato e splendidamente narrato, degli orrori della Shoah. (s)

Bernard Malamud - Per me non esiste altro. La letteratura come dono, lezioni di scrittura -Ed. Minimum Fax, 2015 (pp. 121, € 10) Una riflessione sulla scrittura, sul rapporto tra scrittura e vita e sulla priorità della prima sulla seconda, almeno per Malamud. Teorico e docente di scrittura creativa, egli rivela tutto se stesso (identità, orientamento politico, scelte letterarie) nei semplici insegnamenti delle sue lezioni universitarie, offrendo un’immagine, forse per qualcuno inedita, dell’autore dello straordinario Uomo di Kiev (The fixer). (s)

Israel J. Singer - La fuga di Benjamin Lerner - Ed. Bollati Boringhieri, 2015 (pp. 245,  € 16) - Le tragiche vicende degli sconvolgimenti connessi con la prima guerra mondiale nello scacchiere orientale dell’Europa trascinano in una sarabanda infernale il protagonista, vittima di quelle situazioni ma anche capace di prendere decisioni e assumersi responsabilità. Tuttavia l’assunto di questo romanzo sembra piuttosto incentrato sull’approccio (dapprima incerto e confuso, poi cocentemente deluso) degli ebrei alla ideologia socialista. (s)

Carlo Panella - Il libro nero del Califfato - Ed. Bur RCS, 2015 (pp.570, € 13) Con la nota competenza Panella redige una saggio quasi enciclopedico sul fenomeno, fornendo oltre ad un dettagliato excursus storico, l’analisi di tutte le componenti geo-politiche mediorientali, come pure le strategie degli stati ex coloniali per assicurarsi lo sfruttamento delle risorse. Secondo Panella il Califfato è originato dallo scisma islamico e il suo obiettivo è quello di arrivare allo scontro di civiltà. I resti delle fallite primavere arabe si sono uniti “nel segno comune di una contrapposizione agli sciti e ai cristiani”. Molto apprezzabili i glossari di termini islamici, ebraici, sigle e i cenni biografici. (s)

Manuela Consonni - L’eclisse dell’antifascismo. Resistenza, questione ebraica e cultura politica in Italia dal 1943 al 1989 - Ed. Laterza - 2015 (pp. 316; € 24) “Il libro si sostanzia attraverso l’intreccio di tre percorsi: quello della storia politica del nostro Paese, quello della memoria della Resistenza e quello della memoria della deportazione politica e dello sterminio ebraico”. L’eclisse o declino del “paradigma antifascista” riguarda soprattutto gli aspetti politici e culturali; resiste quello collegato all’obbrobrio delle leggi razziali e dello sterminio degli ebrei. E, infatti, l’opera insiste soprattutto su quest’ultimo con una accuratissima ricerca bibliografica e memorialistica che, peraltro, si illumina di emozioni quasi soltanto nel ricordo della vita e dell’opera di Primo Levi. (e)

Anne Frank - Tutti gli scritti - Ed. Einaudi - 2015 (pp. 875, € 28) Il diario di Anna Frank è conosciuto da tutti. Ma, molto opportunamente, l’editore ha raccolto - per la prima volta - in un unico volume tutti gli scritti (Diario, in più versioni, Racconti dell’alloggio segreto, Altri racconti, Lettere) oltre a preziosa documentazione, fotografie e due saggi che ricostruiscono la sua vita e quella della sua famiglia (e)

Luigi Nason - Fernanda Vaselli - L’attesa del mondo che viene. Il dialogo tra ebrei e cristiani - EDB (pp. 356, € 25) Una ricostruzione a due voci del percorso storico del dialogo ebraico-cristiano, dai faticosi inizi alle sue travagliate vicende (in particolare, quella relativa alla preghiera cristiana del venerdì santo con l’interpretazione della frase “perfidis judaeis”) fino alla dichiarazione rilasciata dal Papa Francesco il 26 maggio 2014 durante la visita a Gerusalemme ai due gran rabbini di Israele. Ma viene anche ricordato quanto detto, in proposito, dal rabbino capo della Comunità di Roma: “Il rapporto ebraico-cristiano non è un rapporto tra eguali ma è un rapporto asimmetrico… per il Cristiano l’incontro con l’Ebraismo è la riscoperta delle radici della sua fede; per l’Ebreo, l’incontro con il Cristianesimo è la scoperta di una diversità inserita nelle sue radici” (e)

George Steiner - La passione per l’assoluto. Conversazioni con Laure Adler - Ed. Garzanti - 2015 (pp. 150, € 17) In una spigliata intervista, l’autobiografia di una figura di primo piano, docente di letteratura comparata in diverse grandi università, studioso della mistica ebraica e allievo di Gershom Scholem, saggista (letteratura, filosofia del linguaggio, estetica musicale) e narratore ma, soprattutto, personaggio eccentrico, spesso sarcastico, molto critico verso la politica israeliana, sempre originale come risulta anche dalle sue risposte a tutto campo alle acute domande dell’intervistatrice (e)

Giuseppe Pulina - Auschwitz e la filosofia. Una questione aperta - Ed. Diogene - 2015 (pp. 172; € 12) Una riflessione su Auschwitz, sull’antisemitismo, sul problema del male nel mondo, sulla necessità della memoria, appoggiata sugli scritti di filosofi moderni e contemporanei concludendo, tuttavia, che “La vera cifra di Auschwitz, assunto come paradigma del pensiero contemporaneo, è la sua forza destabilizzante. Motivo per il quale una riflessione su Auschwitz difficilmente si attesterà su conclusioni definitive… Auschwitz, più che una pagina di storia, è una questione aperta” (e)

Pasquale B. Trizio - La storia nascosta. Gli Uhlfelder, una famiglia ebraica cristiana a Bari negli anni della persecuzione - Ed. Gelsorosso - 2015 (pp. 124; € 12) L’autore - studioso di storia moderna e contemporanea - mentre si occupa di una ricerca sulla storia del commercio marittimo e della navigazione del basso Adriatico, si imbatte casualmente in una serie di documenti d’archivio che riguardano una persona il cui loculo cimiteriale è proprio accanto a quello dei suoi. Incuriosito, abbandona la ricerca e si dedica alla ricostruzione dell’identità e delle vicende del morto - un tedesco trasferitosi a Bari - e della sua famiglia, vittime delle leggi razziali e internati in Abruzzo. Il libro, curioso e interessante, è, insieme, la storia di questa indagine e dei risultati acquisiti nella stessa (e)

 A cura di Enrico Bosco (e)
e Silvana Mustari (s)

    

Share |