Minima Moralia

 

 

Per me un saggio politico comincia sempre con una conclusione, mentre un romanzo o un racconto comincia con delle voci. Il concepimento di una storia o di un romanzo risiede nella somma di un certo numero di voci conflittuali e contraddittorie… Poi queste voci diventano gesti, passi, azioni, gusti, vestiti diversi. Invece quando voglio semplicemente dire ai nostri primi ministri quello che penso, non sono mosso da nessuna urgenza narrativa. Prendo la mia penna e scrivo esattamente quello che penso. Ma nessun primo ministro mi ha mai ascoltato.

 

Amos Oz, Il senso della pace,
Casagrande, Bellinzona 2000

 

Bassorilievo di Naftali Bezem. Yad Vashem, Gerusalemme

   

Share |