LUGLIO 2021 ANNO XLVI - 229 AV 5781

 

 

Israele

 

Il nuovo governo durerà?
Israel De Benedetti

 

Il governo dello shinui (cambiamento) è stato eletto per un pelo: 61 voti a favore e 59 contro. È composto da due partiti di destra, due di sinistra e tre di centro. Si potrebbe definire un governo di "compromesso"': ogni decisione dovrà superare le diverse ideologie dei 7 partiti e non è detto che ci si riesca sempre. I dati positivi, dopo tre settimane in carica, sono: nella prima seduta il governo ha nominato una commissione di inchiesta presieduta da una giudice in pensione del tribunale superiore per stabilire chi siano i responsabili, diretti o indiretti, per cui nella festa idolatra per Shimon Bar Yochai a Meron sono morte 45 persone. È successo due mesi fa ma Bibi non ha fatto nulla in proposito per non irritare i religiosi!!!

Un’altra novità positiva è l’approvazione da parte del governo Bennet-Lapid della vendita alla Giordania di 50 milioni di metri cubi d’acqua, ovvero la più grande quantità d’acqua dal trattato di pace firmato dai due paesi nel 1994. Negli ultimi anni Bibi aveva fatto di tutto per inimicarsi i giordani. Si sente parlare negli ambienti ufficiali di primi tentativi per rilanciare un dialogo con Abu Mazen.Certo, la situazione non è facile: abbiamo una ripresa del Covid, per ora contenuta, ma sempre pericolosa. Il governo si è impegnato a presentare entro due mesi il bilancio che Bibi ha rimandato negli ultimi due anni. Ci sono i problemi della sicurezza, la tensione con Gaza, la minaccia sempre presente dell'Iran. Bibi conduce fieramente la lotta dell’opposizione e i suoi deputati fanno a gara a chi urla, minaccia e maledice di più il governo. La prossima settimana dovrebbe discutersi il rinnovo della legge (voluta da Bibi) che limita il numero delle cittadinanze concesse a palestinesi che sposano arabi israeliani. [Il governo appena insediato non è riuscito ad approvare la proroga della legge che impedisce l'estensione automatica della cittadinanza di Israele o residenza permanente) a palestinesi dei Territori Occupati sposati con cittadini israeliani. I partiti di governo non hanno raccolto i voti necessari. In un curioso scambio delle parti, Meretz e i Laburisti, che sulla carta sono contrari alla proroga, hanno votato per l’estensione mentre il Likud gli altri partiti all’opposizione hanno votato contro per mettere in difficoltà la coalizione governativa. La legge che necessita d’essere approvata ogni anno era stata introdotta nel 2003 per motivi di “sicurezza nazionale”. Ma in molti, compreso Yair Lapid che subentrerà a Naftali Bennet nella carica di primo ministro, riconoscono che essa è soprattutto uno strumento per mantenere una maggioranza ebraica nello stato d’Israele, ndr].

Per ora dicono che le sedute del governo sono in tono normale, senza insulti, e soprattutto puntuali, cosa che non succedeva nel vecchio governo. In alcuni ministeri sono già stati nominati direttori scelti sulla base della loro professionalità e non per le loro idee politiche. Da tempo non succedeva. Di scogli ce ne sono tanti ma la paura che il governo cada e si vada a nuove elezioni, di cui tutti i partiti al governo hanno il terrore, servirà forse a cementare l'unità tra i sette partiti.

Israel De Benedetti

Ruchama, 4 luglio

 

Pierfranco Fabris, Sinagoga di Firenze

Share |