Il Giornale

HA KEILLAH

“Ha Keillah” (La Comunità) è un bimestrale, organo del Gruppo di Studi Ebraici di Torino, che si occupa di vita, storia, pensiero, tradizioni, istituzioni, cultura ebraica. Come testimonia il suo nome, è nato (nel maggio 1975) quale foglio di dibattito e di battaglia politica all’interno della Comunità Ebraica di Torino, in contrapposizione alla linea esclusivamente burocratica dell’establishment comunitario di allora. Alla base della decisione di dar vita al giornale era infatti l’idea che una comunità ebraica è qualcosa di più di un’entità amministrativa e che la sua gestione deve andare al di là della pura contabilità. Da allora Ha Keillah, pur senza mutare la sua identità di fondo, ha sviluppato notevolmente la sua immagine e la sua area di interessi.

Dal 1981 al 2007 il Consiglio della Comunità ebraica di Torino è risultato composto da una maggioranza appartenente al Gruppo di Studi Ebraici.
Dal 1975, il Gruppo di Studi Ebraici pubblica il foglio bimestrale HA KEILLAH. Gli articoli dei numeri a partire da luglio 2002 sono inseriti in questo sito.

Il giornale si occupa di vari argomenti, tra cui:

  • I fondamenti teorici e pratici dell’ebraismo, visto come fonte di identità e di confronti, in una dialettica di variabili e di costanti, attraverso la quale è possibile all’ebreo di oggi confrontarsi con la realtà contemporanea senza negare le proprie radici.
  • Una visione progressista della società, di cui è possibile cogliere fonti importanti nel patrimonio culturale e sociale ebraico, che ci ha visto sempre sensibili e attenti alla realtà politica italiana, in particolare sui temi della democrazia, dell’antifascismo e della laicità dello stato.
  • Israele, la questione medio-orientale e la questione israelo-palestinese: Ha Keillah segue con attenzione le varie componenti e gli sviluppi interni della realtà israeliana e di quella palestinese. Dalla sua fondazione, il nostro giornale è schierato sulla linea della pace nel rispetto di tutte le componenti e le popolazioni.
  • Il rapporto tra stato e minoranza ebraica: le colonne del nostro periodico hanno ospitato una parte significativa del dibattito che ha portato nel 1987 alla firma delle intese tra Stato Italiano e Unione delle Comunità Ebraiche Italiane.
  • La condizione e le prospettive dell’ebraismo italiano, che in questi anni ha dovuto affrontare problemi legati al calo della consistenza numerica e a una certa perdita di vitalità identitaria e culturale.
  • La riflessione sulla Shoà: l’ebraismo si radica nella storia, anzi nelle storie del suo passato. In questa dimensione la Shoà occupa un posto di particolare rilievo: realtà forse in parte insondabile, ma che Ha Keillah cerca spesso di indagare e ricostruire in una prospettiva storica rigorosa, capace di coinvolgere anche la memoria.

La redazione

Direttrice responsabile

Anna Segre
e-mail: direttore@hakeillah.com

Comitato di Redazione

Giorgio Berruto
David Calef
Alda Guastalla
Emilio Hirsch
Filippo Levi
Manfredo Montagnana
David Terracini

SegretEria di Redazione

Paola De Benedetti, Bruna Laudi

Edizione online

Sergio Franzese (webmaster)
e-mail: webmaster@hakeillah.com

Redazione

Piazzetta Primo Levi, 12
10125 Torino
e-mail: info@hakeillah.com

Per ricevere HA KEILLAH e per scriverci…

Ha Keillah è inviato a chi ne fa richiesta. Non è previsto abbonamento, ma sono gradite libere offerte:

I codici IBAN del Gruppo di Studi Ebraici, da utilizzare per bonifici bancari e postali sono:

  • Banca Prossima – Codice IBAN: IT73 G030 6909 6061 0000 0115 568
    Codice BIC (per versamenti dall’estero): BCITITMM
  • BancoPosta – Codice IBAN: IT 40 O 07601 01000 000034998104

Grazie ai lettori per il loro insostituibile contributo.

La richiesta può essere inviata a:
Redazione Ha Keillah – Piazzetta Primo Levi, 12 – 10125 Torino –
oppure tramite e-mail indirizzata a: info@hakeillah.com

Per ogni corrispondenza, potete rivolgervi agli stessi indirizzi. Su richiesta possono essere inviati anche articoli di numeri arretrati.