OTTOBRE 2020 ANNO XLV- 224 TISHRÌ 5781
 

 

PRIMA PAGINA

Abbiamo sbagliato tutto?
Israel De Benedetti

Tikkun Olam quotidiano
Emilio Hirsch

Elezioni di novembre
HK

 

IL GRUPPO DI STUDI
IL BIMESTRALE
LA REDAZIONE
I NUMERI ARRETRATI
CONTATTI
LINKS
NEWS
LE VIGNETTE DI DAVÍ
1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 -10
I DISEGNI DI STEFANO
LEVI DELLA TORRE

1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10

 

Ioab ucide Assalonne impigliato per i capelli tra i rami
(II Samuele 18, 9-14)
Disegno di Stefano Levi Della Torre

 

ISRAELE

Nuove speranze per gli ebrei arabi
Ruth Mussi

Chiedo scusa se parlo di Mary (e di casseforti)
Estate 2020 all’ombra del Covid-19
Davide Silvera

Avventure in Israele
Festività ebraiche e lockdown
Gilberto Bosco

Ambiguità costruttiva
L’accordo fra Israele, gli Emirati Arabi Uniti e il Bahrein
Giorgio Gomel

Blocknotes
Reuven Ravenna

Speranze infrante
Alessandro Treves

 

RICORDI

 

TULLIO LEVI

Quasi un fratello
Lia Montel Tagliacozzo

Un militante in Consiglio
Manfredo Montagnana

Da Stromboli a Torino
Valentino Castellani

Tullio Levi e l’Istoreto
Luciano Boccalatte

Per il Centro Primo Levi
Fabio Levi e Alida Vitale

Tullio e Ha Keillah
Anna Segre

 

MASSIMO MONTAGNANA

Ius cordis
Andrea De Benedetti

Entusiasmo e generosità
David Hirsch

 

AMOS LUZZATTO

Amos Luzzatto
Anna Segre

 

MINIMA MORALIA

Amos Luzzatto

 

 

 

Vignetta di Davì

 

 

 

 

 

 

 


Sappiamo bene che i ricordi di Tullio Levi, Massimo Montagnana e Amos Luzzatto pubblicati in questo numero non esauriscono certo tutto ciò che si può scrivere di loro, dei loro molteplici interessi e delle organizzazioni in cui erano coinvolti. Se nei prossimi mesi ce ne perverranno altri, in particolare da lettori non torinesi, li pubblicheremo volentieri.


 

La famiglia Levi apre una sottoscrizione in memoria di Tullio rivolta a potenziare la dotazione didattica della scuola ebraica di Torino, con particolare riferimento alla strumentazione informatica ed alle necessità didattiche legate al Covid-19.

IBAN Comunità Ebraica di Torino: 
IT29S 03069 09606 10000000 2570

Causale: Sottoscrizione in memoria di Tullio Elia Levi

 


Il GSE e la redazione di HaKeillah esprimono le più sentite condoglianze a David Terracini, redattore e vignettista, e alla sua famiglia per la scomparsa della sorella Lia, avvenuta in Israele venerdì 10 ottobre2020 / 28 tishrì 5781.


 

 

 

 

STORIE DI EBREI TORINESI

Claudia Abbina
Intervista di Bruna Laudi

 

STORIA

Dove sta l’amore?
Manfredo Montagnana

Dall’Archivio Terracini
Moise Amar
Lino Tedeschi e Bianca Gardella Tedeschi

 

 

LIBRI

Passaggi
L’antisemitismo nella Valle d’Aosta quasi senza ebrei
David Terracini

La Chiesa cattolica e l’antisemitismo in Italia
Giorgio Berruto

Israele e Vaticano
Fiorella Fausone

L’antifascismo a Torino
Giorgio Berruto

Dizionario dell'ebraismo
s.f.

Rassegna
a cura di Enrico Bosco e Silvana Momigliano Mustari

 

 

LETTERE

Fino a 120 anni!
Beniamino Di Segni

Testimoni di Geova in Russia
Alberto Bertone

Sull’intervista ai consiglieri Beiachad
Giulia Sorani, Presidente di Anavim

 

Vignetta di Davì


La Fondazione della Scuola Ebraica di Milano ha attivato una raccolta fondi a favore della Scuola Ebraica in memoria di Massimo Montagnana. È il modo migliore per ricordare un uomo, un grande amico, portato via troppo presto da una malattia contro cui ha combattuto fino all’ultimo istante, sempre con il suo inconfondibile sorriso, la voglia di vivere e di avere un ruolo attivo nel risolvere i problemi attorno a lui, a cominciare da quelli della nostra Scuola frequentata anche dai suoi figli.

Per aderire alla raccolta in ricordo di Massimo Montagnana, puoi effettuare un bonifico bancario con causale “Spazio dedicato a Massimo Montagnana”:

Banca Popolare Commercio e Industria UBI Banca intestato a Fondazione per la Scuola della Comunità Ebraica di Milano IBAN: IT88A0311101603000000008540, oppure donare tramite la pagina Dona Ora del sito o contattandoci via mail segreteria@fondazionescuolaebraica.it o telefonicamente +39 345 352 3572



 

Grazie!


 
La redazione di Ha Keillah ringrazia calorosamente i lettori che ci hanno sostenuto
con le loro generose offerte.

 


I disegni politici di Carlo Levi

In questo numero vengono pubblicati disegni e dipinti politici di Carlo Levi (1902-1975), pittore, scrittore e uomo politico, che nella nostra città è nato, ha studiato e dove è stato tra i personaggi forse più significativi dell’antifascismo italiano.

I disegni politici di Carlo Levi riprodotti in questo numero erano stati pubblicati sul quotidiano “L’Italia socialista” tra il 1947 e il 1948, e sono stati esposti recentemente in due mostre dal titolo “L’arte della politica” a Matera a Palazzo Lanfranchi (2019) e a Roma, a Villa Torlonia (2020).

Carattere politico ha anche il grande dipinto “Lucania ’61” che Ha Keillah pubblica a colori nella versione on line di questo numero. Il dipinto (largo 18 metri e alto oltre 3) è stato eseguito in occasione della esposizione di Italia ’61 a Torino, ed lì esposto nel padiglione della Basilicata. Oggi è conservato a Matera, nel Museo di Palazzo Lanfranchi. Il dipinto sintetizza l’esperienza che l’autore ha vissuto in Lucania, lì mandato al confino per la sua attività antifascista. Rappresenta la dura vita della popolazione lucana, protagonista del libro più famoso di Levi, Cristo si è fermato a Eboli.


 

Share |

 Il contatore è attivo dal 15.11.2015 

contatori visite